Lo so che parlare di soldi è considerato inelegante oppure che il vero venditore ti dice il prezzo solo alla fine di una lunga trattativa, come se ti svelasse il santo graal.

Ma credo che fare il punto sul budget che una persona deve spendere per avere un vero risultato con il suo marketing sia un atto di serietà e sincerità

Ma partiamo dal principio.

Su Internet esistono decine se non centinaia di strumenti gratuiti. Facebook e Instagram sono gratuiti, il livello base di Linkedin è gratuito, puoi costruirti un sito, un blog o addirittura un e-commerce gratuitamente.

Peccato che questi strumenti siano poco più di un giochino per passare il tempo, puoi usarli se hai appena avviato un’attività o se non hai le idee chiare sul tuo obiettivo finale.

Una pagina facebook senza fare pubblicità può essere una buona palestra per capire se il tuo prodotto o il tuo servizio hanno uno straccio di mercato, se interessano ad un numero minimo di persone.

Una mini ricerca di mercato che può darti qualche dato utile se fai i primi passi ma niente di più

Non parliamo poi di siti, blog, e-commerce.

a parte che avere un sito dal nome http://www.ferramenta.wix.com oppure WordPress.com denota scarsa professionalità, ma su questo si può anche lasciar perdere

con questi nomi tu semplicemente sarai sempre introvabile su google. Questi strumenti gratuiti sono infatti quasi invisibili al motore di ricerca più usato.

In pratica è come se aprissi un negozio di costumi da bagno al polo nord e pure senza vetrine.

difficile che qualcuno ti venga a cercare.

Quindi iniziando dagli strumenti devi considerare che dovrai spendere qualcosa. MA ATTENZIONE. Lo strumento deve essere inserito all’interno di una strategia ben definita.

Se scegli la migliore web agency del mondo, spendi 5.000 euro per un e-commerce, avrai lo stesso risultato di sopra, nessuno sa che esisti nessuno ti cercherà mai

Quindi piedi super di piombo sia che tu scelga di rivolgerti al sottoscritto sia che tu scelga il fai da te.

Ma non preoccuparti nei prossimi articoli approfondiremo per bene l’argomento sito. Blog. E-commerce

Passiamo invece al vero punto focale della tua strategia di marketing. Ovvero

QUANTO DEVI SPENDERE IN PUBBLICITÀ PER AVERE UN RISCONTRO E COME DEVE ESSERE FATTA QUESTA PUBBLICITÀ

Esistono tre tipi di costi da considerare

(1) I costi fissi annuali per gli strumenti che andrai ad usare

(2) I costi fissi di pubblicità

(3) I costi di avviamento

E’ come se aprissi un negozio, un ufficio o un laboratorio da zero. Ovviamente all’inizio avrai comprato i mobili, gli strumenti di lavoro, i macchinari e la merce. Acquisti che ci sono una volta sola e che dopo non devi considerare più.

Cosi è su Internet, all’inizio avrai dei costi per l’acquisto degli strumenti che deciderai di usare, costi che non si ripeteranno nel tempo

Andiamo a vederli nel dettaglio. Tieni presente che questo non è un preventivo ma solo una considerazione di massima per farti capire quanto devi spendere per fare una cosa seria. Sia che tu decida di farla con me sia che tu la faccia con altri.

Se vuoi avere dei veri risultati devi investire nella tua attività.

Voglio spiegartelo con due esempi concreti di attività che ho portato sul web:

Laboratorio artigiano che produce bigiotteria fatta a mano in pezzi unici

Questa signora di Roma produceva degli splendidi gioielli ed aveva un’idea differenziante sulla quale si poteva fare leva da subito. Costruiva gioielli in pezzi unici sulle indicazioni delle clienti. Pezzi unici per una donna unica. L’idea da subito è piaciuta e ci ha letteralmente travolti. Parlo di 15/20 ordini al giorno appena partiti

Come siamo partiti

Una pagina facebook affidata ad una social media manager in gamba con fotografie dei sui prodotti ed una vetrina sulla pagina.

Profilo Instagram business, anche questo con modelle che indossavano i suoi prodotti e relativo invito all’acquisto sulla vetrina nel social

Il tutto è costato tra foto – modella – gestione della pagina e pubblicità massiccia per partire, circa 2.000 euro.

Recuperati in due mesi di lavoro.

E’ il sito? l’E-commerce?

Lo so che una qualsiasi web agency ti avrebbe proposto un e-commerce da 5/6.000 euro ma non era il caso di farlo ed il motivo è molto semplice

SAPEVAMO CHE LE DONNE CERCAVANO QUESTO TIPO DI SERVIZIO PERCHE’ AVEVAMO CERCATO SU GOOGLE, MA NON SAPEVAMO SE SAREBBERO STATE DISPOSTE AD ACQUISTARE A DISTANZA.

Quindi un e-commerce per il momento sarebbe stato solo uno spreco di soldi.

Riesci a capire la differenza tra quello che faccio io e quello che ti propongono gli altri?

Dopo 90 giorni eravamo sommersi dagli ordini e Silvana non riusciva più letteralmente a fare i suoi gioielli perché era impegnata tutto il giorno a rispondere su facebook, whatsapp e telefono.

Quindi la seconda fase dell’avviamento è stata indirizzare le persone ad una solo modalità di contatto. Abbiamo iniziato a promuovere la pagina con 10 euro al giorno per abituare le clienti ad andare sulla pagina e a mandare messaggi privati con le loro richieste, stabilendo però un ordine preciso

Dovevano dirci che tipo di gioiello volevano ( orecchino, collana, braccialetto etc…) il colore , le dimensioni e i tempi entro i quali lo volevano.

Questo ci ha permesso di iniziare a scremare le persone che non erano realmente interessate e quelle che invece volevano veramente l’oggetto.

Questo percorso di avviamento è durato circa 4 mesi e quale è stata euro più euro meno la spesa di Silvana?

all’incirca 5.000 euro tra tutto, compresi i 10 euro giornalieri di pubblicità gentilmente riscossi dal signor Facebook

DOPO 4 MESSI ABBIAMO FATTO IL PUNTO.

Silvana aveva ampiamente recuperato l’investimento ed era il momento di passare alla seconda alla seconda fase. Testare se un e-commerce poteva funzionare. Il dubbio era uno solo, fino a quel momento avevamo venduto pezzi unici ed un e-commerce non poteva per sua natura contenere pezzi unici personalizzati. Abbiamo pensato quindi ad un outlet.

Silvana infatti produceva anche altri articoli, per testare i gusti delle persone, le nuove mode ed anche per fare pratica.

E’ nato quindi Silvana Gioielli che puoi andare a visitare qui www.silvanagioielli.com dove manteniamo la possibilità di personalizzare ma proveremo a creare un catalogo evergreen

Per fare questo abbiamo scelto di fare un primo sito di e-commerce che fosse bello, veloce, facilmente trovabile su Internet ma che fosse un modello base

Come per un auto, abbiamo puntato su un modello base con aria condizionata e per gli accessori vedremo una volta avviato il sito se sarà necessario inserirli

Per dare più visibilità al sito stiamo lavorando sulla SEO ovvero sull’indicizzazione del sito, vedremo i risultati e poi ragioneremo insieme se sarà necessario sponsorizzare su google.

In questo caso siamo di fronte ad un settore dove grandi produttori spendono decine di migliaia di euro al anno per essere primi su google con parole come “gioielli” “gioielli artigianali” “orecchini” “bracciali per matrimonio” ed altre parole chiave che vengono usate dalle persone.

Quindi occorrerà valutare bene perché si rischia di spendere molto per ottenere poco. Solo il tempo ed un’analisi corretta dei risultati della SEO ci dirà dove investire.

Quello che ti voglio dire con pochi giri di parole è questo, intanto Silvana ha speso circa 1500 euro per un buon sito di e-commerce, una volta che questo inizierà a produrre utili allora potrà pensare al super sito da X-mila euro

Perchè buttare soldi senza avere una buona sicurezza che quello che stai facendo avrà successo? E’ questa la mia filosofia

NETWORK MARKETING LEGATO AL BENESSERE

Un caso del tutto diverso. Stefano è un personal trainer che ha affiancato la vendita di prodotti Herbalife per far ottenere risultati migliori ai suoi clienti

Durante la prima intervista ho capito che i suoi obiettivi potevano essere addirittura tre

(1) avere più clienti come personal trainer

(2) avere più clienti che acquistavano i prodotti Herbalife

(3) avere più persone che sceglievano di vendere i prodotti Herbalife in collaborazione con lui

Una delle caratteristiche principali del marketing a risposta diretta è quella di non mescolare mai i messaggi pubblicitari.

Un solo messaggio alla volta.

Questo perché l’attenzione delle persone è sollecitata da mille messaggi, mille notifiche sullo smartphone e mille spot pubblicitari.

Per attrarre la loro attenzione occorre UN SOLO MESSAGGIO e che il cliente DEBBA COMPIERE UNA SOLA AZIONE PER CAPIRLO E CONTATTARVI

Abbiamo quindi escluso da subito la ricerca di nuovi clienti che acquistassero i prodotti, lui ne aveva già abbastanza e non era suo interesse prioritario

Per continuare a seguirli senza perdere troppo tempo abbiamo creato un sito di e-commerce che presto andrà online.

Invieremo ai suoi clienti un whatsapp dove sapranno che per acquistare non è necessario telefonargli e perdere tempo a dettare l’ordine.

Basterà fare l’ordine sul nuovo sito, pagare e dopo 48 ore riceveranno la merce a casa loro

Un messaggio semplice ed un notevole risparmio di tempo per tutti

Anche qui stiamo partendo con i piedi di piombo con un sito per il quale ha speso 1.000 euro con tutte le possibilità di migliorarlo un domani.

Praticamente assente la SEO a parte le cose indispensabili, nessuna pubblicità a pagamento su Facebook. I clienti li ha già, whatsapp basta e avanza per tenerli informati.

Abbiamo scelto di puntare forte sulla leva del “Allenati con me e scopri come con Herbalife puoi ottenere grandi risultati”:

In questa caso ci è stato d’aiuto anche un colpo di fortuna, suo fratello per questioni di salute è dovuto dimagrire ben 34 kg.

La sua storia, quella di una persona che, dopo i sacrosanti ed obbligatori controlli medici, ha scelto di fare herbalife affiancandovi un allenamento, da subito si è dimostrata una scelta vincente.

Perche era una testimonianza vera, verificabile è dimostrabile in qualsiasi momento ed era un caso di successo

Come promuovere questo obiettivo?

Ho scelto di lavorare sul suo brand personale, promuovendo il marchio Stefano Barberini, creando un blog

E’ nato così Home – Stefano Barberini

Si è subito posizionato come un esperto del benessere con un messaggio chiaro, IO TI FACCIO TORNARE IN FORMA.

Vengono pubblicati articoli e video nei quali lui spiega quello che fa e come sia possibile con il suo aiuto recuperare la forma perduta

Per far conoscere il Blog l’investimenti è stato così diviso

1.000 euro per la realizzazione del blog

10 euro al giorno di pubblicità che appare contemporaneamente su Facebook ed Instagram

Infatti la maggior parte dei suoi contatti lo segue proprio sul social principe della salute, del benessere e della moda.

Avevo addirittura pensato di non usare Facebook se non fosse stato per il fatto che Herbalife ha un gruppo molto numeroso su quel social dove i vari trainer pubblicano consigli, ricette e sfide culinarie per sostenere e sostenersi quando si è a dieta.

Sarebbe stato un peccato rinunciarvi ma la percentuale del budget è stata divisa in 70% su Instagram e 30% su Facebook

I risultati stanno arrivando, ci sono molte richieste di contatto ed altri personal trainer sono incuriositi da questo tipo di lavoro.

Questi sono solo esempi dei lavori che sto facendo, ti potrai fare un’idea concreta delle spese da affrontare ma le cose che voglio ripetere alla fine di questo articolo sono due

(1) l’obiettivo deve essere chiaro e ben definito. Cosa voglio vendere e a chi voglio vendere

(2) Se non hai la possibilità di investire almeno 10 euro al giorno in maniera continuativa in pubblicità, che sia facebook, google o Instagram lo si vede. Non otterrai mai risultati degni di nota

Questi non sono soldi che darai a me o a chi ti cura le campagne ma sono i costi vivi che pagherai ai social

Sono pochi? Sono molti? Come sempre non esiste una risposta, dipende dagli obiettivi, se sono chiari e raggiungibili, sono comunque soldi che sicuramente riavrai indietro.

Se hai obiettivi fumosi del tipo voglio vendere un po’ di tutto a tutti o voglio fornire un servizio ma non amo rispondere ai whatsapp dopo le cinque del pomeriggio, allora ti dico subito che io non ti accetterei mai come clienti perché i tuoi soldi sarebbero buttati. Non amo far buttare soldi ai miei clienti

un saluto ed un abbraccio Piero