I social hanno un unico “padrone”? Scopri perchè questo può uccidere il tuo business se non corri ai ripari

Negli ultimi mesi chi segue l’evoluzione dei social ed in particolare del gruppo di Mark Zuckerberg non ha potuto fare a meno di notare come le ultime mosse del gruppo “Facebook – Instagram – Whatsapp – Messenger” siano piuttosto pericolose per le piccole attività che si promuovono internet

I costi sono aumentati a dismisura e le varie pagine aziendali sono di fatto invisibili se non spendi delle cifre considerevoli, questa modifica è stata venduta come un miglioramento per le bacheche dei singoli utenti, in realtà l’obiettivo era chiaro sin da subito. Se non spendi non hai visibilità

I budget da 2 – 3- 5- euro al giorno possiamo tranquillamente dimenticarceli. A meno di targhetizzazioni splendide che si ottengono o con un gigantesco colpo di fortuna o con un lungo lavoro fatto da professionisti

Non so voi ma il risultato è che nella mia bacheca vedo sempre le stesse pubblicità, delle stesse persone che hanno immagino un budget considerevole, l’effetto noi è assicurato

Ma questo non è il problema più grande

Il pericolo che tutti noi corriamo è quello della nascita di un Monopolio tutto collegato e mi spiego:

Come sembra i grandi capi di Facebook stanno studiando un sistema per integrare automaticamente le 4 aziende che possiedono, con un solo click sarà possibile mandare un post, un whatsapp, un messaggio privato.

Il secondo passo sarà l’introduzione della pubblicità su whatsapp. Uno strumento nato per messaggi privati sarà usato per monetizzare

Ora capisco che di primo acchito si può pensare che sia una cosa positiva per chi usa i social in maniera professionale ma seguitemi e capirete perché invece ritengo che sia un pericolo quasi mortale per le piccole e medie imprese

(1) La privacy va a farsi benedire definitivamente, quando uno stesso proprietario possiede i nostri dati e li ottiene da 4 piattaforme diverse, siamo di fatto soggetti ad un controllo quasi totale sulle nostre vite.

(2) Loro fanno le regole noi le subiamo, soprattutto chi ha un centro estetico o vende salute e benessere sa benissimo di cosa parlo, le regole sui messaggi sono sempre più strette, ai limiti della follia ed escludono di fatto tante aziende che operano nella perfetta legalità ma che per Facebook & co. danno messaggio non leciti.

(3) Se loro fanno le regole possono pure cambiarle. E questo è il problema dei problemi, lavorano in regime di monopolio di fatto siamo costretti a “lavorare” con questi signori, bene una volta che si diventa di fatto dipendenti da un social, chi ci dice che da un giorno all’altro non decidano di modificare le regole mettendo barriere e limiti sempre più alti? In fondo il mercato lo fanno loro.

(4) Se decidono di sbatterti fuori sei finito, se per un qualsiasi motivo, inappellabile e sconosciuto, decidono di bannarti un account, un gruppo, una pagina, rischi di trovati fuori in un colpo solo da whatsapp, Facebook, Messenger e Instagram. Prova a pensare alle conseguenze che può avere sul tuo lavoro

A tal proposito whatsapp ha già stretto i cordoni e potete leggere in questo interessantissimo articolo quali sono i limiti che ci hanno messo, ovviamente senza dirlo a nessuno. Leggi qui per approfondire

Alcuni dei più importanti Marketer italiani hanno capito prima il cambiamento e stanno già cercando di porci rimedio. Consigliando strategie di marketing sempre più complesse, non orientate solo verso l’online ma con un mxi tra l’uso della tecnologia e metodi cartacei od offline orientati alla risposta diretta da parte del cliente

Se volete saperne di più vi consiglio caldamente di iscrivervi almeno ai canali Youtube di Frank Merenda – Marco Montemagno – Ermes Giordani e Alessandro Sportelli, ci sono tonnellate di contenuti che ti possono schiarire le idee

Questo significa che il marketing on line è morto?

Assolutamente no, significa che gli strumenti che devi avere a disposizione sono sempre di più, sempre diversi e cambiano nel tempo.

Affidarsi solo ad una pagina Facebook significa camminare sul filo del rasoio, dipendere dalle regole stabilite da altri e

NON AVERE UN PROPRIA PIATTAFORMA PER COMUNICARE significa affidare il proprio lavoro ad altri

Per questo dopo 5 anni ho radicalmente mutato il mio modo di lavorare concentrandomi sulla costruzioni di una macchina da marketing che oggi non ha eguali in Italia e lo dico con cognizione di causa

Nessuno mette a disposizione della TUA STRATEGIA DI MARKETING tutti gli strumenti che sono necessari, indipendenti e pronti, nelle tue mani

Open chat
1
Ciao, come posso aiutarti?
Powered by